Archivio il Secolo XIX

Gli articoli di Maurizio Maggiani apparsi su “il Secolo XIX”. Il titolo talvolta non è quello apparso sul quotidiano, ma quello provvisorio dato da Maggiani.

Kabul

Cos’è oggi agli occhi del mondo, dell’umanità intera, il sistema liberal democratico su cui l’Occidente ha fondato la sua superiorità morale, economica, culturale e politica, se non una crudele pagliacciata seminatrice di sofferenza, corruzione, morte e tradimento? E cos’è agli occhi di se stesso e dei suoi popoli? Se la più nobile e grande democrazia liberale [...]

2021-09-23T12:52:03+02:0022 Agosto 2021|Archivio il Secolo XIX|

Gino

È morto Gino Strada, chi gli ha voluto bene, chi lo ha ammirato, chi ha goduto della sua opera potrà rassegnarsi alla sua morte, con il tempo lo farà, ma non si rassegnerà mai all’idea che se ne sia andato dalla memoria, dissolto nella smemoratezza. Il ricordo è promessa di vita eterna, finché Gino Strada sarà [...]

2021-08-25T14:55:17+02:0014 Agosto 2021|Archivio il Secolo XIX|

Buon giorno Santità

Buon giorno Santità, mi chiamo Maurizio Maggiani e pur avendo vissuto nella certezza della vastità della vita e nello stupore delle sue infinite occasioni, mai mi sarei immaginato di scrivere al pontefice della chiesa cattolica romana, al servo dei servi nel nome del Cristo. Ed eccomi invece qua, su questo foglio stampato preso da un’urgenza che [...]

2021-08-25T14:55:17+02:001 Agosto 2021|Archivio il Secolo XIX|

Finale Europei

Scrivo adesso con la partita finale ancora da giocare perché quello che mi preme dire non ha bisogno di sapere se sarà vittoria o sconfitta. Io seguo con fatica il calcio. Innanzitutto perché ho la vista talmente malridotta che non vedo dove va la palla e non riesco a riconoscere i calciatori, le telecronache per me [...]

2021-08-26T15:57:54+02:0011 Luglio 2021|Archivio il Secolo XIX|

Certosa XIX

Mi hanno detto, vai a vedere, c’è da non crederci, e così ci sono andato, sono tornato in via Fillak dopo più di due anni. E sono andato al Ponte e ho visto la lignea rotonda sotto il Ponte, e mi ci son fermato, mi sono seduto tra gli alberi, i quarantatre testimoni, e era proprio [...]

2021-08-25T14:55:17+02:004 Luglio 2021|Archivio il Secolo XIX|

Laico

“L’Italia è uno stato laico”. Il presidente del consiglio Draghi rivolto alla nota ricevuta dal segretario di stato pontificio ha detto parole di verità fin troppo banali se non fosse che si sentono così poco, e non proprio a voce alta e pacata, dagli uomini che la governano; non vorrei ricordare male, ma l’ultimo che l’ha [...]

2021-08-25T14:55:17+02:0027 Giugno 2021|Archivio il Secolo XIX|

Crumiri e presidenti

Un picchetto di operai davanti a una fabbrica, un camionista forza il blocco, un sindacalista resta sull’asfalto del piazzale morto ammazzato; questa è la scena di un film degli anni ’50, gli anni ‘50 del secolo scorso, un film americano, o francese, o italiano, potete scegliere, a quel tempo è una storia buona per tutte le [...]

2021-08-25T14:55:17+02:0020 Giugno 2021|Archivio il Secolo XIX|

Fratelli d’Italia

La sbadata proposta di un gruppo di parlamentari della Repubblica di imporre per legge nelle cerimonie ufficiali Bella al seguito dell’inno nazionale per consuetudine e noto come Fratelli d’Italia, oltre ad attentare alla vita della canzone che è oggi sulla bocca di tutti i movimenti anelanti alla libertà nel vasto mondo, ci ricorda per contrasto che [...]

2021-08-25T13:00:56+02:0013 Giugno 2021|Archivio il Secolo XIX|

E adesso

E adesso? Adesso cosa? Adesso, cosa succede adesso. Succede che la Gabri è da una settimana che non piange più. Lei la Gabri lavora a rianimazione, è la più giovane del reparto e s’è fatta tutto il covid, a ottobre dell’anno scorso ha preso a piangere, a fine turno, mai che l’abbiano vista in servizio, usciva [...]

2021-08-25T14:55:18+02:006 Giugno 2021|Archivio il Secolo XIX|

Umiliazione

Venerdì alle sette era già tutto pronto, un magnifico mattino di vera primavera, allegria per la casa, indaffaramento di preparativi ormai acquietato, programma ripetuto a memoria casomai si potesse migliorare qualcosa all’ultima ora. Per mezzodì sarebbero arrivati i nostri amici, per la prima volta dopo quattordici mesi li avremmo rivisti in carne ed ossa, saremmo stati [...]

2021-08-25T14:55:18+02:0023 Maggio 2021|Archivio il Secolo XIX|